A PHP Error was encountered

Severity: Notice

Message: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE

Filename: config/routes.php

Line Number: 55

Backtrace:

File: /home/sorrent8/public_html/GOCCEDICAPRI/application/config/routes.php
Line: 55
Function: _error_handler

File: /home/sorrent8/public_html/GOCCEDICAPRI/index.php
Line: 319
Function: require_once

Escursioni da Massa Lubrense, Escursioni in barca, Escursioni Trekking

escursioni nerano, massa lubrense, sant agata

escursioni nerano, massa lubrense, sant agata

A TUTTO TREKKING

A TUTTO TREKKING : POSTI DA ESPORARE CE NE SONO

 

Per dodici mesi all’anno avrai la possibilità di esplorare la natura e gli stupefacenti dintorni della costiera sorrentina proprio a partire dal residence Gocce di Capri.

 
Escursioni *

L’area dispone di 22 sentieri segnalati e manutenzionati, per una lunghezza totale di 110 km (68 miglia).

Percorso di Punta Campanella

Tra le migliori escursioni della penisola si distingue quella di Punta Campanella. Dal rione di Termini, a 300m dal residence Gocce di Capri, bisogna proseguire per la stradina in pendenza che si trova a destra della piazza centrale. L’itinerario attraversa la frazione di Cercito e continua poi lungo il vallone della Cala di Mitigliano, noto per la sua vegetazione tipicamente mediterranea, ricca di ulivi e mirti profumati, pianta pressoché introvabile al giorno d’oggi. Proseguendo, ci si imbatte in un pianoro con grossi massi e nelle rovine della Torre medievale di Namonte, dopo la quale il sentiero inizia una ripida discesa verso il mare con il profilo di Capri che fa da sfondo ininterrotto. Da questo punto in poi avrai una visione chiara dell’isola, con il Monte Tiberio, il Monte Solaro, e i suoi Faraglioni, a soli 5 km (3 miglia) di distanza. Un moderno faro fa da guardia a questo insidioso tratto di mare, reso tale dalle molte rocce affioranti.

Punta Campanella prende il nome dalla campana posta sulla Torre Minerva; la torre – costruita nel 1335 e rimaneggiata nel 1566 – fungeva da punto di avvistamento contro le incursioni dei pirati. In loco sono ancora presenti i ruderi di un’antica villa romana, testimonianza del passato glorioso. A est della torre è inoltre possibile scorgere la Baia di Ieranto.

Il percorso ha un dislivello di circa 300 metri; sono necessari 45 minuti in discesa per raggiungere la località, qualcosa in più per il ritorno.
Se ti piace la sfida, potrai scegliere un sentiero alternativo. A partire da Termini, prendi la strada che porta al Monte San Costanzo, a 497m (1.630 piedi) sul livello del mare, prima di scendere nuovamente verso Punta Campanella. È ancor più pittoresco, ma più lungo ed impegnativo (impiegherai circa 3 ore).

Percorso di Ieranto

Il terreno è abbastanza ripido, a volte può essere moderatamente impegnativo. Da Nerano centro, sul lato destro, prendi il sentiero che si addentra nella vegetazione, al termine dell’ultimo gruppo di abitazioni. A circa metà strada il percorso si collega ad un sentiero che porta alle pendici del Monte San Costanzo, la vetta più occidentale dei Monti Lattari. Senza fare deviazioni, prosegui attraverso la macchia mediterranea e arriverai alla splendida baia, dopo un cammino di circa un’ora, che ti permetterà di godere di un panorama suggestivo.

Fiordo di Crapolla Beach Trail

Dalla frazione di Torca, prendi via Pedara che si trasforma, ad un certo punto, in un sentiero sterrato. La stradina scende ripida tra uliveti e antiche case coloniche, e poi tra le rocce in una stretta galleria naturale nella montagna. Giungendo sul lato ovest del dirupo, potrete ammirare le rovine dell’abbazia di San Pietro, risalente al dodicesimo secolo. Al termine della passeggiata troverete una piccola insenatura e un mare incantevole cui fanno da sfondo numerosi scogli, dove si dice le sirene facessero naufragare i marinai attratti dal canto stregato. Dalla spiaggia sono visibili i resti di una villa patrizia romana, lì dove sorgeva l’antica città di Capreolae (oggi Crapolla). Sono necessari 30 minuti in discesa.

 

Spiagge  & Insenature


Marina del Cantone (Nerano)


Ben nota agli antichi Greci che la chiamarono Hyeros Anthos, che significa “fiore sacro”, questa baia è stata dichiarata area protetta nel 1984 e, di conseguenza, rimane tutt’oggi un paradiso incontaminato.

Poco lontano sorge il piccolo borgo di Marina del Cantone che affaccia su uno specchio d’acqua tra le più limpide e cristalline d’Italia. Famosa per il suo passato marinaro, in una posizione che offre il privilegio della privacy, Nerano si distingue per la tradizione gastronomica e per la suggestiva atmosfera che si può respirare nelle sere d’estate.

Marina del Cantone fa capolino sul golfo di Salerno, tra la Baia di Ieranto e Recommone, incantevole spiaggia di ciottoli circondata da famosi ristoranti e bar attrezzati.


Per 365 giorni all’anno avrete la possibilità di esplorare la natura e i magnifici scenari della penisola sorrentina, a due passi dalle Gocce di Capri.

 

Per maggiori dettagli sui sentieri escursionistici o per prenotare la tua guida naturalistica che ti accompagnerà durante il percorso, non esitare a contattarci.

Escursioni organizzabili su richiesta per:

  • Sentiero degli Dei (Praiano/Positano, Costiera Amalfitana)
  • Valle delle Ferriere (Amalfi)
  • Faito (Vico Equense)
  • Punta Campanella ( Massa Lubrense)
  • Baia di Ieranto (Massa Lubrense)

* Adattato da frommers.com